VITA D’UNIONE A DIO

Per acquisire l’olio dello Spirito Santo nel commercio d’amicizia con il Padre, consideriamo la preghiera, su tutte le sue innumerevoli forme, come il mezzo per eccellenza.

La nostra spiritualità è marcata dal nuovo e dall’antico, un rinnovamento della tradizione per mezzo del soffio dello Spirito Santo.

La nostra amicizia con Dio si nutre della preghiera continua alla scuola dell’Oriente cristiano (la preghiera del cuore) e la pratica fedele dell’orazione alla scuola del Carmelo

L’orazione occupa un posto essenziale nelle nostre vite. Crediamo, infatti, che la vita contemplativa ci permette di entrare nella beatitudine di coloro che vedono Dio e diventano progressivamente sempre più simili a Lui, attualizzando cosi la Parola di San Giovanni: “ Quando Gesù sarà manifestato, noi saremo simili a Lui, perché lo vedremo cosi come Egli é.” (1Gv 3,2).

Essa è questo cuore a cuore con Dio da cui sgorga ogni fecondità. In effetti, questa vita contemplativa ci rende personalmente e comunitariamente disponibili all’azione dello Spirito Santo. Si tratta di donarsi a Lui sempre di più, personalmente e comunitariamente, e diventare cosi collaboratori dello Spirito Santo.

“La contemplazione non è altro che un flusso segreto, pacifico e amante, di Dio, in modo che voi gli date lo spazio ed Egli infiamma l’uomo nello spirito d’amore.” (San Giovanni della Croce).

L’adorazione del Santissimo Sacramento

Ogni giorno, ciascuno vive un tempo di adorazione davanti al Santissimo Sacramento, il sole dell’Amore. Perseverando in questa preghiera silenziosa, entriamo nell’abbandono delle nostre opere per entrare nello sguardo di Colui che É.

La manducazione della Parola

Le parole della Sacra Scrittura saranno la nostra delizia. Attraverso la Lectio Divina, la lettura contemplativa e orante della Parola di Dio, impariamo a scrutare con perseveranza le Scritture e a custodirle nel cuore per essere conformati alla saggezza di Dio che confonde i forti con ciò che è debole. Ad immagine della Vergine Maria, Figlia d’Israele, custodiamo queste parole nei nostri cuori, giorno e notte, e come il popolo eletto, attingeremo nella tradizione dei padri i tesori che la Parola racchiude.